CONTATTACI
Italiano English
Rassegne Spettacoli
comunicati stampa
Selva in Festival

“Selva In Festival. Culture-Arti-Paesaggi” è il cartellone di appuntamenti e manifestazioni (oltre una sessantina) tra presentazioni di libri con saggisti, scrittori e giornalisti, mostre d’arte, musica, teatro, spettacolo, animazione per bambini, escursioni, presentato nel tardo pomeriggio di oggi in conferenza stampa nella Sala di rappresentanza del Palazzo municipale, a Fasano.
Il ricco e variegato programma è stato voluto dall’Amministrazione comunale e si terrà sulle colline della Selva di Fasano tra le varie e suggestive location, dal Minareto alla Casina municipale, dal Palazzo dei congressi al gazebo del “Sierra Silvana”, dalla chiesa Trullo del Signore a Villa Ciccolella nei mesi di luglio, agosto e settembre, con un’anticipazione sul finire di giugno, il 25 al Minareto alle ore 19 con il Coro Giovanile Pugliese ArcoPu.
Messo a punto in collaborazione col Teatro Pubblico Pugliese (Tpp) e con le associazioni del territorio “Amici di Ernest Verner”, “FAI – Delegazione di Brindisi”, “Le Nove Muse”, “Parco Regionale Dune Costiere”, “Presidio del Libro”, “Pro Selva”, circolo della stampa “Secondo Adamo Nardelli”, parrocchia Maria SS. Addolorata - Trullo del Signore, “Egnazia Corse”, alla conferenza stampa sono intervenuti Carmelo Grassi, presidente del Tpp, che ha sottolineato «l’antica e proficua collaborazione col Comune di Fasano. Questo festival – ha detto – è di alto livello, considerate le risorse messe a disposizione, con spettacoli di caratura nazionale, internazionale, oltre che mirati a valorizzare talenti locali e pugliesi. Elargire fondi alla cultura significa investire e bene fa il Comune di Fasano a promuovere queste iniziative che sempre meno Comuni sono disposti a sostenere». Francesco Zaccaria, sindaco di Fasano, ha voluto ringraziare tutte le associazioni che hanno collaborato alla predisposizione del cartellone, annunciando che «l’Amministrazione comunale ha candidato a bandi regionali, per accedere a specifici finanziamenti, due rassegne importanti sulle quali puntare il nostro impegno nel settore della cultura, “Selva In Festival” ed il “Festival della Scienza”: speriamo che le nostre progettualità vengano accolte». È toccato, poi, a Vito Bianchi, scrittore-archeologo e attuale consigliere comunale di Fasano che, del Festival, è ideatore nonché coordinatore artistico, ringraziare tutti coloro che hanno collaborato alla predisposizione del cartellone ed al disbrigo delle pratiche burocratiche necessarie alla tenuta della rassegna silvana, dai dipendenti comunali dei vari settori alle associazioni del territorio, passando per lo stesso Tpp e l’istituto d’istruzione secondaria superiore “Gaetano Salvemini” diretto da Rosanna Cirasino che, con due team di studenti, ha realizzato il logo della rassegna simboleggiante le peculiarità silvane (dall’animaletto geco alle colline, dal Minareto ai trulli, guidati dal prof. Gianluca Greco e l’App del festival per i dispositivi Android, guidati dal prof. Paolo Nappo. Bianchi ha, inoltre, illustrato nei dettagli il cartellone che è, comunque, ancora, in work in progress e che «mira a valorizzare e rilanciare la Selva di Fasano come luogo di eleganza ed a coinvolgere tutti, adulti e bambini».
IL PROGRAMMA Al Minareto la sezione del cartellone “Tramonti” si terrà alle ore 19.30: 22 luglio “Un canto per la Siria” col sassofonista Roberto Ottaviano ed altri; 29 luglio “Sangue nostro. I martiri d’Otranto”, spettacolo teatrale di Salvatore Arena con l’attore narrante Massimo Zaccaria; 5 agosto “Sguardi e respiri”, reading di poesie di Natalizia Pinto; 12 agosto “BlùKaleidoscope” trio (sax, arpa classica e percussioni); 19 agosto Carolina Bubbico (pianista, cantante, compositrice jazz), 26 agosto “Quatara”, gruppo di etno-music; 2 settembre “Un Nido per la tua voce”, band che proporrà musica su poesie di R. Tagore; 9 settembre “Wamboo – P”, sonorità mediterranee e orientali; un’ora prima di ogni performance, il “FAI” con l’arch. Beniamino Attoma Pepe guiderà il pubblico alla visita del Minareto, mentre tutti gli spettacoli saranno ad ingresso libero.
Altre date del cartellone si riferiscono alla sezione “Sotto un cielo di stelle” con Hindi Zahra, cantante e attrice marocchina naturalizzata francese che si esibirà l’8 luglio nella Casina municipale alle 21.30; Harold Lopez Nussa, pianista cubano il 18 luglio al Minareto alle ore 21.30; “Rodada di Morna”, musica di Capo Verde il 23 luglio al Minareto alle 21.30; “Kenny Garrett Quintet” il 4 agosto al Minareto alle ore 21.30; Oreste Castagna (Rai Yo-yo) per “Agri-Teatro – i racconti della terra: l’olio” il 3 settembre nella Casina municipale alle ore 21.30. Tutti questi spettacoli saranno a pagamento ma con un prezzo del biglietto praticamente simbolico.
Altra sezione del cartellone “Passaggi di tempo” con presentazioni di libri con Maurizio Pallante, “Solo una decrescita felice”, nel gazebo del “Sierra Silvana” alle ore 19 del 7 luglio; Zino Mastro, “Fasano-Selva… la storia continua. Una leggenda sportiva, 2007-2017” alle ore 20.30 nella Casina municipale il 14 luglio; Alberto Negri, “Il musulmano errante” alle ore 19 al Minareto il 21 luglio; Emilio Casalini, "Rifondata sulla bellezza", al “Club Amici della Selva” alle ore 20.30 il 28 luglio; Sonia Raule, “L’amante alchimista”, nel gazebo del “Sierra Silvana” alle ore 19 del 6 agosto; Fabrizio Maltinti, "L'eredità del Profeta - da Maometto all'Isis le colpe dell'Occidente" alle ore 19 al Minareto l’8 agosto; Ferdinando Boero, “Ecologia della bellezza” alle ore 19 al Minareto l’11 agosto; Angela Taraborrelli, “Migrazione e integrazione” alle ore 19 al Minareto il 18 agosto; Ilaria Morali, “La storia è ancora maestra di vita?” alle ore 19 al Minareto il 25 agosto; a cura di Vito Antonio Leuzzi, “SaccoVanzetti” alle ore 19 al Minareto il 1° settembre; Donato Zoppo, “Caution Radiation Area. Alle fonti della musica radioattiva” alle ore 19 al Minareto l’8 settembre; “L’amico degli animali”, in ricordo di Angelo Lombardi, alle ore 19 nella Casina municipale il 14 settembre; Valerio D’Onofrio, “I 101 racconti di Canterbury” alle ore 19 al Minareto il 15 settembre. Altra sezione del cartellone è “Progetto Jobel Musica d’Organo” alle ore 21 nella chiesa Trullo del Signore con Simone Vebber il 9 luglio; Tina Christensen il 25 luglio; Robert Scheingraber l’8 agosto; Daniele Parussini il 22 agosto; Maurizio Salerno il 5 settembre.
Altra sezione del cartellone è “Ci vuole un fiore”, laboratori (gratuiti) creativi ed educativi per i più piccoli a luglio dalle 17.30 alle 19.30 a Villa Ciccolella: “Un mondo a colori” (a cura di Estere Buzena, docente di Arte - Università di Lettonia) il 4 ed il 6 con “Via al colore”, il 13 e 18 luglio con “Natura in mosaico”, il 18 e 20 luglio con “Il vetro si colora”, il 25 e 27 con “La cartapesta”; ad agosto dalle 17.30 alle 19.30 nella Casina municipale “Agriteatro e natura”, a cura dell’associazione ”Le Nove Muse” con 1 e 3 agosto “Ci vuole un seme…”, l’8 e 10 “L’agri-pittura”, il 14 e 17 “Musica per le mie orecchie”, il 22 e 24 agosto “La natura e le sue ombre”, il 29 e 31 “La natura e il riciclo”.
Altra sezione del cartellone è “Esplorazioni” con partenza bus-navetta gratuito 20 posti in Piazzetta Giannaccari alle ore 9.30, con guida specialistica: il 10 luglio a Borgo e cripta rupestre di San Marco, il 24 luglio a Museo e Parco archeologico di Egnazia, il 30 luglio alle antiche dimore della Selva, il 7 agosto alla Piana Olivetata-Parco Dune Costiere, il 13 agosto alle chiesette rurali della Selva, il 21 agosto alla Masseria storica di Pettolecchia, il 28 agosto al Parco insediamenti rupestri di Lama d’Antico.
Altra sezione del cartellone è dedicata alle “Mostre”: “La città dei motori. 70 anni di Fasano-Selva” nel Palazzo dei congressi dal 2 al 16 luglio; “Libri d’artisti” dall’8 al 13 agosto a Villa Ciccolella; “Ernest Verner, pittore visionario. 30 dipinti inediti” nel Palazzo dei congressi dal 4 al 17 settembre.
Altra sezione del cartellone è “Mare Magnum” (con Paesi ospiti Turchia e Tunisia), in luglio-agosto con date da stabilirsi, a cura di Michele Ido su musica, danze, incontri, cinema, cultura e gastronomia del Mediterraneo.
Per gli spettacoli al Minareto si potrà lasciare l’auto nel parcheggio retrostante la Casina municipale e prendere gratuitamente il bus-navetta che condurrà gli spettatori proprio alla bella struttura moresca.

Mappa degli spettacoli
Iscriviti alla newsletter OK