CONTATTACI
Italiano English
Rassegne Spettacoli
Una leggenda della danza: LINDSAY KEMP

Arriva in Puglia venerdì 10 marzo, una leggenda della danza e del mondo dello spettacolo dal vivo in generale. Lindsay Kemp sarà a Gioia del Colle, Teatro Rossini (ore 21.00) con l’ultimo suo lavoro: Kemp dances- invenzioni e reincarnazioni, con Daniela Maccari, Ivan Ristallo, David Haughton e James Vanzo; coreografie di Lindsay Kemp.

Nato sull'Isola di Lewis  (Cheshire3 maggio 1938) e cresciuto nel nord dell'Inghilterra, sin dall'infanzia s'innamora della danza, del teatro, del cinema, nonostante l'opposizione della madre, che gli darà credito come artista soltanto quando lui otterrà l'esenzione dal servizio militare facendosi credere pazzo. Terminati gli studi al Bradford College of Arts, si trasferisce a Londra dove frequenta la scuola del Ballet Rambert, quindi si perfeziona con Sigurd LeederCharles WiedmanMarcel Marceau e tanti altri.

Particolarmente significativa per Kemp è l'esperienza formativa con il creatore di Bip, dichiarerà infatti in più occasioni che Marceau gli ha "dato le mani", giocando con le parole per indicare l'effettiva importanza delle mani nell'arte mimica e nella sua personale interpretazione di essa e il pezzo 'Le Mani' che il mimo francese trasmise all'allievo britannico come 'dono' tra artisti e maestri nell'arte mimica, che interpretano in modi totalmente differenti la loro arte. Lavora in varie compagnie di danza, teatro, teatro-danza, cabaret, musical, mimo, coreografa perfino spogliarelli, fino a formare nel 1962 la sua prima compagnia, la The Lindsay Kemp Dance Mime Company.

Verso la fine degli anni sessanta continua a sviluppare la propria sintesi fra diversi linguaggi teatrali privilegiando un approccio personale ed innovativo alla danza e al teatro, così nel 1968-1969 nasce la prima produzione di Flowers... una pantomima per Jean Gênet, liberamente tratto da Nostra Signora dei Fiori di Jean Genet. Durante gli anni vissuti ad Edimburgo (1966-1970) crea per una nuova compagnia le opere Turquoise PantomimeCrimson Pantomime e Legend.

Negli anni 70 e 80, Lindsay Kemp e la Lindsay Kemp Company hanno suscitato meraviglia e scandalo in ogni parte del mondo, con un incrocio straordinariamente eterodosso di stili, mescolando teatro, mimo e danza, tradizione e sperimento, sottile ironia e sensazioni potenti. Allora (come oggi) la magia degli spettacoli di Kemp ruotava soprattutto intorno al suo personalissimo carisma come interprete… e non importava se in ruoli di donna, uomo, elfo, marionetta o altro. In scena trascendeva sempre ogni genere e ogni categoria, come oggi – superati abbondantemente i settanta anni – continua a fare. Continua spontaneamente a fare il raccontastorie attraverso la sua danza senza tempo e senza età… e può farlo, perché le uniche regole che deve per forza seguire sono le sue, e l’unica tecnica che deve mantenere intatta è la trasmissione di emozione. Per dirlo in modo estremo, “Un’immobilità carica di emozione vale cento gesti atletici”, come lui ha sempre affermato, pur mantenendo sempre la sua straordinaria poesia gestuale. “Kemp Dances” è una serie di “invenzioni e reincarnazioni”… cioè, nuove creazioni frammiste ad alcuni dei suoi ‘pezzi classici’ ricreati e rivissuti oggi. Un mosaico spettacolare ed emozionante di personaggi e racconti fantastici, realizzato con quattro collaboratori in scena e lo storico collaboratore David Haughton, sostenuti da un potente mix eclettico di musiche e da illuminazioni che suscitano irreali visioni. E come sempre con questo saltimbanco dell’anima, tutto è in divenire: insieme a elementi fissi c’è sempre anche una reinvenzione costante di ogni racconto e ogni gesto. Lo spettacolo offre 4 magnifici e contrastanti personaggi per il trasformismo di Kemp: un’onirica identificazione melodrammatica con Violetta e Callas in “Ricordi di una Traviata”, la semplicità estrema ma profonda di “Il Fiore”, poi un viaggio dentro la pazzia mistica del leggendario ballerino de Les Ballets Russes, Nijinsky, e alla fine, in “L’Angelo”, un’anima che trascende ogni identità per diventare un simbolo dell’essenza umana, della rinascita e della speranza. Lo spettacolo contiene anche “Mi Vida”, creato dal grande coreografo Belga Luc Bouy, e “La Femme en Rouge” di Kemp,  tutti e due per Daniela Maccari – coreografa collaboratrice e ormai “musa ballerina” di Kemp – e l’attore-ballerino Ivan Ristallo.

Negli anni '90 continuano i successi della Linsay Kemp Company: Onnagata (1991), Cenerentola (1994) e Variété (1996) con il cantante sperimentale Ernesto Tomasini. Kemp non ha mai smesso la sua attività di pittore allestendo mostre dei suoi dipinti e dei suoi disegni in tutto il mondo, e di insegnante, attraverso incontri, conferenze e stage. Sempre negli anni novanta realizza Rêves de Lumière e Dreamdances, crea e interpreta il balletto Sogno di Hollywood. Nella stagione 2005/2006 interpreta il ruolo della fata Carabosse ne La bella addormentata del Balletto del Sud con le coreografie di Fredy Franzutti. L'ultimo suo spettacolo è Elizabeth (2006). Attualmente sta tenendo corsi di teatro e danza presso il Teatro Goldoni di Livorno.

Numerosi sono film a cui egli ha partecipato: Vampiri amanti (1970),Savage Messiah (1972),The Wicker Man (1973),The Stud (1974),Sebastiane (1976),Jubilee (1977),Valentino (1977),Cartoline italiane (1987),The Line, the Cross & the Curve (1993),Velvet Goldmine (1998).

Lindsay Kemp piace a tutte le generazioni,  infatti come afferma Patrizia Iovine “Sipario”: Non ha età l'emozione, non ha limiti il sogno, non ha fine l'arte. Lindsay Kemp attraverso la magia del gesto sembra abbracciare il mondo; con la passione di sempre sfoglia il registro di un suggestivo repertorio artistico mostrandolo con una grazia innata, inscindibile, illimitata.

TEATRO COMUNALE ROSSINI
Via Rossini, 1 
080.3484453
teatrorossinigioia@gmail.com
www.teatrorossinigioia.it

COMUNE DI GIOIA DEL COLLE
Ufficio Cultura
Piazza Margherita di Savoia, 10
080.3494270
www.comune.gioiadelcolle.ba.it

www.teatropubblicopugliese.it

 

Mappa degli spettacoli
Iscriviti alla newsletter OK