Voi non sapete la sofferenza dei Santi

24 Settembre ore 21:00
Taranto
Ex campo sportivo Atleti Azzurri (via Grazia Deledda) - Rione Tamburi, Taranto

PARADISO - VOI NON SAPETE LA SOFFERENZA DEI SANTI

ideazione, drammaturgia e regia di  
ARMANDO PUNZO

scene di Armando Punzo, Alessandro Marzetti, Emanuela Dall'Aglio
costumi a cura di Emanuela Dall'Aglio
musiche originali di Andrea Salvadori
collaborazione drammaturgica Alice Toccacieli, Giacomo Trinci
disegno luci Andrea Berselli
datore luci Fabio Berselli
organizzazione generale Cinzia de Felice
collaborazione organizzativa Domenico Netti, Rossella Menna
amministrazione Isabella Brogi, Marzia Lulleri

una produzione Carte Blanche
con la partecipazione dell’Orchestra di Fiati “Citta di Crispiano” diretta dal M° Francesco Bolognino e degli studenti del Corso di Formazione per “Macchinista Multicompetente” del progetto Legalit-Ars (PON FESR “Sicurezza per lo Sviluppo” Obiettivo Convergenza 2007-2013 del TPP)

si ringrazia CREST

INGRESSO LIBERO - IL PUBBLICO È INVITATO A PORTARE UNA CANDELA BIANCA

“Il nostro occidente, quello che i fanatici di una cultura che sembra essere altra attaccano, ha già la morte al suo interno. Basterebbe lasciarlo alla sua vita per vederlo morire mentre si affanna a vivere, a imporsi. Si attaccano feticci, come se uno fosse migliore dell'altro. Le bandiere sono tutte false, tutte uguali, i loro colori chimere al vento”

Nel grande vuoto a cielo aperto di una piazza, con la consueta magnificenza di linguaggio che mescola arti visive, musica e parola, il regista ricostruisce allora con i cittadini di Taranto il ciclo di una vita, sotto forma di festa, di paradiso artificiale e sgargiante in cui una umanità vestita a festa abita una collina di croci, una orchestra filarmonica si aggira sulle macerie invisibili della nostra cultura, e tra banchetti di scuola, sotto spoglie di una necessaria educazione, si riperpetra nei bambini la memoria di un errore e l'inganno di una promessa tradita. Per culminare in una processione che allontana lentamente tutti verso il loro destino di uomini, mentre portano sulle proprie spalle, santificandoli, i feticci della loro esistenza.

“Ci è stato promesso qualcosa che non è stato mantenuto.
Il paradiso devo averlo sicuramente sentito promettere bambino. Si è dovuto scoprire essere una menzogna. È arrivato come suono in una caverna buia, come possibile luce che appare nella mente pronta a credere nelle meraviglie che l'attendono.
L'arte come dono, unico, per scongiurare la disperazione del fanciullo e vivere su quella porzione di mondo lo sconcerto di questa mancata promessa.
Un giorno di festa.
Ci hanno promesso un paradiso, il sogno di un paradiso in terra.
Sotto quelle croci tutto il ciclo della vita.
Dalla nascita fino alla morte.
La nascita del bambino a cui viene promesso il paradiso.
Quel bambino sono io e non sono io. È mio figlio ed è tutti i figli che non sopportano la vita. O la
subiscono per com'è accettandola, integrandosi. Ed è tragicamente, forse, la stessa cosa”

(Armando Punzo)

collaborazione drammaturgica Alice Toccacieli, Giacomo Trinci

disegno luci Andrea Berselli

datore lucI Fabio Berselli

organizzazione generale Cinzia de Felice

collaborazione organizzativa Domenico Netti, Rossella Menna

amministrazione Isabella Brogi, Marzia Lulleri

una produzione Carte Blanche

nell’ambito di Misteri e Fuochi, un progetto internazionale del Teatro Pubblico Pugliese (FSC - P.O. FESR Puglia 2007 – Regione Puglia)

con il patrocinio di Comune di Taranto

con la partecipazione dell’Orchestra di Fiati “Citta di Crispiano” diretta dal M° Francesco Bolognino e degli studenti del Corso di Formazione per “Macchinista Multicompetente” del progetto Legalit-Ars (PON FESR “Sicurezza per lo Sviluppo” Obiettivo Convergenza 2007-2013 del TPP)

si ringrazia CREST


Con il sostegno di

regione and ue
pugliapromozione


Con il patrocinio di

Comune di Bari
Comune di Brindisi
Comune di Lucera
Comune di Taranto


In collaborazione con

mibact
mibact
Fondazione Teatro Verdi
Museo Pino Pascali
vie sacre francigene
Vie Francigene di Puglia


Media partner

Rai Radio 3
critici
critici
repubblicabari
critici