CONDIVIDI:

Laboratori Teatrali Urbani

Il LABORATORIO TEATRALE URBANO è un progetto inerente al più ampio progetto di formazione del pubblico del Comune di Bari e si rivolge agli abitanti dei quartieri popolari e periferici. Il progettovuole essere un servizio educativo che si esplica attraverso il teatro nelle zone più a rischio culturale.

Il primo anno si è svolto nella stagione teatrale 2018/2019 ed è stato indirizzato a tre quartieri periferici della città di Bari: Enziteto, Libertà e San Paolo. 

I laboratori sono stati rivolti ad adulti che non hanno avuto mai l’opportunità, sociale ed economica, di andare a teatro. Al quartiere Libertà si è svolto il Laboratorio ‘L’esperienza dello spettatore’ a cura di Lello Tedeschi presso Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco. Al quartiere San Pio- Enziteto il laboratorio ‘ Progetto Periferie’ a cura di Damiano Nirchio presso Accademia del Cinema Ragazzi. E al quartiere San Paolo il laboratorio ‘Lo Spett’Attore’ a cura della Compagnia del Sole presso Fondazione Giovanni Paolo II.

Il percorso si è svolto attraverso un ciclo di incontri di preparazione e conoscenza del teatro, una introduzione all’esperienza e al piacere di essere spettatori e alla visione degli spettacoli della stagione. Partendo da un’opera letteraria si è analizzato il testo, cercando di esaminare le dinamiche, i contenuti, le visioni e le emozioni. Il teatro, quindi, come riflessione sulla realtà, immedesimazione della stessa e risoluzione dei conflitti. I partecipanti (dai 15 a 20 per laboratorio) hanno partecipato alla visione di tre spettacoli della stagione e usufruito del trasporto gratuito dal quartiere (lontano dal centro) al teatro. Un servizio necessario per le persone di queste zone periferiche che non sono servite dal servizio pubblico.

Al secondo anno, stagione 2019/2020, il progetto ha puntato sull’ampliamento delle persone coinvolte e di altre zone periferiche. Il progetto dal titolo TENERSI, LASCIAREè stato curato da Francesco Carofiglio con la collaborazione di Francesco D’Amore e Caterina Valente con una attenzione specifica a giovani, adulti e donne straniere della città di Bari. Si è rivolto in particolare a chi non ha mai vissuto davvero l’esperienzadell’ascolto e della visione di una messa in scena. Ma non per questo non è capace diimmaginare, riflettere, inventare. E condividere. Il percorso di lavoro è stato organizzato in tre moduli tematici: funzionamento della macchina teatrale, laboratorio attivo, accompagnamento e visione degli spettacoli.I partecipanti sono stati chiamati ad agire. Alzarsi in piedi, muoversi, vincere il disagiodel proprio corpo, dello spazio, della propria voce. Ad entrarenel gioco del teatro mettendo al centro la presenza, l’esserci, il corpo, la voce, le emozioni. Il teatro come condizione che ci permette di pensare, sentire e agire contemporaneamente. E poi l’analisi del teatro come strumento, come macchina che crea rappresentazioni, rendendo leggibile ciò che gli attori e registi fanno durante la creazione di una messa in scena attraverso piccole performance. Infine l’accompagnamento e guida alla visione degli spettacoli mettendo in connessione i temi svolti durante il laboratorio con i testi degli spettacoli. Approfondendo la biografia degli attori, dei registi e della compagnia.

Il progetto è stato rivolto a quattro quartieri della città di Bari: Libertà, San Paolo, Madonnella, Città Vecchia. Ogni laboratorio ha avuto un target di riferimento. Nel quartiere Libertà è stato rivolto ad adolescenti e adulti, un gruppo misto che ha lavorato presso la Scuola Don Bosco. Nel quartiere San Paolo il laboratorio si è svolto presso la Fondazione Giovanni Paolo II e si è rivolto ad adulti. Nel quartiere Madonnella si è voluto rivolgere il laboratorio alle donne straniere presso Casa delle Donne del Mediterraneo. E nella città Vecchia, presso il Centro Servizi per le Famiglie, si è rivolto ad adulti completamente digiuni di teatro.

Tipologia di pubblico:
Giovani e adulti dei quartieri periferici.

Ambito territotiale:
BARI – Quartieri Libertà, San Paolo, Madonnella, Città Vecchia.

Partner:

  • Istituto Comprensivo ‘Eleonora Duse’ – Scuola Don Bosco
  • centro diurno socio educativo ‘I ragazzi di Don Bosco’
  • Fondazione Giovanni Paolo II
  • Casa delle Donne del Mediterraneo
  • Centro Servizi per le Famiglie – San Nicola, Murat e Madonnella

Social

Inizia a seguirci sui nostri canali Social:

Newsletter

Vuoi ricevere informazioni su tutti gli spettacoli in programma nel circuito TPP? Vuoi sempre essere aggiornato sui nostri progetti e sulle offerte speciali che riserviamo ai nostri spettatori?

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

ISCRIVITI

MyTPP

Con MyTPP puoi creare la stagione che fa per te!

Usa il cuore e scegli gli spettacoli che vorresti vedere. Crea il tuo cartellone e rimani sempre aggiornato su eventi collaterali e offerte speciali del Teatro Pubblico Pugliese.

La tua sarà una stagione unica!

Personalizza la tua agenda

REGISTRATI ORA