CONTATTACI
Italiano English
Rassegne Spettacoli
Bari, la nuova stagione: estratto delle dichiarazioni

TEATRO PUBBLICO PUGLIESE

 

Stagione teatrale di Bari 2020/2021

Estratto degli interventi 

- Maddalena Tulanti, consigliera di amministrazione del Teatro Pubblico Pugliese ha portato i saluti del presidente del Tpp, Giuseppe D'Urso, chiamato in altro luogo per impegni istituzionali. "Questa seconda fase del Covid - ha riflettuto - ha abbattuto tanti di noi, l'ultima volta che ci siamo visti eravamo senza mascherina e vicini, ora è cambiato molto. In quest'ottica è ancora più importante poter godere di una stagione teatrale come questa. Dobbiamo riprenderci la nostra nuova vita, e la cultura ci può dare un aiuto importante. Non pensavo che il Piccinni potesse riaprire, invece ha riaperto e c'è una stagione pronta. Siamo sentinelle in questo momento, non dobbiamo abbassare la guardia ma viverci queste esperienze".

 

- Sante Levante, direttore del Teatro Pubblico Pugliese: "In queste settimane stiamo lanciando un messaggio: il teatro è un luogo sicuro che rispetta le regole. Ad oggi tutte le attività realizzate su scala nazionale ci dicono che c'è stato solo un caso di positivo al Covid-19 in Italia in tutti gli eventi realizzati, subito tracciato, e questo è importante perché dà il senso della sicurezza in questi luoghi. Ringrazio il Comune di Bari che ha mantenuto alta l'attenzione verso il pubblico, con proposte di qualità. Le regole dicono che gli spettacoli si possono fare, nel rispetto delle normative. Abbiamo recuperato tre spettacoli della scorsa stagione, ma con una capienza che si aggira sui 200 posti per ciascuna recita. Abbiamo previsto la possibilità di rimborso per vecchi abbonati e, al tempo stesso, quella di sottoscrivere un nuovo abbonamento riadattato agli appuntamenti di quest'anno, scegliendo tra sei spettacoli. Ci saranno repliche a sufficienza per soddisfare le esigenze degli abbonati, e i prezzi rimarranno invariati rispetto allo scorso anno. Chi ha chiesto e ottenuto il voucher, potrà utilizzarlo per comprare i nuovi abbonamenti, e chi non vorrà rinnovarlo potrà avere il rimborso. Domani alle ore 17 sul circuto Vivaticket partirà la vendita dei biglietti per lo spettacolo del 30 ottobre che apre la stagione. Poi apriremo il botteghino. Gli ingressi saranno contingentati, occorrerà perciò arrivare a teatro almeno 45 minuti prima del sipario per effettuare le operazioni di tracciamento anti-Covid. Tutti gli orari e le informazioni verranno forniti direttamente agli abbonati. La mascherina dovrà essere indossata durante tutti gli spettacoli. Abbiamo messo in conto, in questa stagione, una maggiore elasticità per eventuali annullamenti e rimborsi. Bisognerà avere un pò di pazienza, sarà un anno particolare ma ci siamo organizzati".

- Giulia Delli Santi, dirigente responsabile attività teatrali del Teatro Pubblico Pugliese: "Il lavoro più importante che c'è in teatro è la regia, e nomi come Andrea Baracco - (in diretta via streaming in conferenza stampa insieme a Marino Sinibaldi, direttore di Radio 3, Arturo Cirillo e Nicola Lagioia) - consentono di far venir fuori la grandezza degli attori. Molto bello anche l'adattamento di spettacoli classici a linguaggi moderni. Una cosa da sottolineare inoltre è la grande attenzione ai giovani: il mondo sta cambiando e anche il teatro e l'arte devono sempre di più avvicinare anche le nuove generazioni alla realtà. In questa stagione abbiamo ripreso alcuni spettacoli sospesi per il lockdown, e abbiamo inserito altri appuntamenti sul tracciato della letteratura. Non mancheranno le novità, con nomi noti come Rocco Papaleo, Ale e Franz e altri. E importante è anche lo sguardo al teatro dei ragazzi che quest'anno più che mai riteniamo sia importante".

- Marino Sinibaldi, direttore Radio 3: "È una iniziativa coraggiosa, ma è un coraggio diverso, quello di tenere in piedi le nostre attività e le nostre relazioni tenendo presente la compatibilità con le normative di sicurezza. Accanto al coraggio c'è la cura, intesa come responsabilità a regalarci sguardi di bellezza che ci liberino dalle catene della malattia. Ed è questo che chiediamo agli artisti".

- Nicola Lagioia, scrittore, che aprirà la sezione dedicata alla letteratura: "La città dei vivi racconta tutto quanto è accaduto all'omicidio di Luca Varani, un ragazzo di 23 anni trovato morto dopo essere stato torturato a Roma, in una città che al tempo stesso è invivibile e ricca di vita. Il deragliamento, il disastro e la bellezza della città diventano inconfondibili, Roma è una città invivibile e al tempo stesso traboccante di vita ed è interessante indagare attraverso lo strumento della letteratura. Sono contento della compagnia di chi sarà con me sul palco, Vasco Brondi e Enzo Mansueto e onorato di aprire questa rassegna". 

- Andrea Baracco, regista: "Mi sono confrontato con i grandi studiosi di Shakespeare, e andando a fondo capisci come questo scrittore inglese sia un grande uomo di teatro. Il testo del mio spettacolo parla di padri indegni e figli inetti, tra chi vorrebbe abbandonare la corona e chi vorrebbe possederla. Lavorare poi con Glauco Mauri è stato fantastico ".

 

- Arturo Cirillo, regista: "Il mio spettacolo è contaminato molto con la danza e il movimento, mi piace mischiare i generi artistici. Vi aspetto tutti a Bari con "Orgoglio e pregiudizio"

Mappa degli spettacoli
Iscriviti alla newsletter OK