CONTATTACI
Italiano English
Rassegne Spettacoli
Sparc, presentazione delle attività svolte e del Creative Hub

Presentate questa mattina al Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia (padiglione 7 - Fiera del Levante di Bari) le attività svolte dal Progetto Interreg SPARC – “Creativity hubs for sustainable development through the valorization of cultural heritage assets”, finanziato nell’ambito del Programma Interreg V-A Greece-Italy 2014 – 2020, di cui il Teatro Pubblico Pugliese è partner insieme a Regione Puglia – Dipartimento Turismo, Economia della Cultura, Valorizzazione del territorio, Comune di Patrasso (Lead Partner), Regione della Grecia Occidentale e Camera di Commercio di Acaia.

Durante la conferenza sono stati presentati anche gli spazi del Creative HUB, realizzato nell’ambito del progetto Interreg SPARC: un centro servizi per gli stakeholder del settore creativo e culturale pugliese che, oltre ad ospitare i principali attori istituzionali pugliesi del settore, svolgerà la funzione di promozione delle iniziative culturali, artistiche e turistiche, attivate da realtà pubbliche e private che operano in Puglia, attraverso la diffusione web o dei canali social di brevi video registrati o in diretta. Obiettivi di questo progetto sono: favorire il trasferimento di know-how e lo sviluppo di competenze e abilità alle CCI pugliesi; consentire l'accesso alle opportunità di networking e collaborazione; sviluppare collegamenti col sistema dell’innovazione e accompagnamento alla realizzazione di business plan per la creazione di start up.

Nei mesi scorsi Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese, in collaborazione con Puglia Promozione e Apulia Film Commission hanno avviato un percorso condiviso per il coordinamento dell’HUB.

I comuni pugliesi e le fondazioni partecipate dalla Regione Puglia hanno inoltre partecipato ad una serie di incontri teorici sugli aspetti salienti della specifica tipologia di comunicazione prevista dall’Hub, inquadramento e messa a punto di un ecosistema mediatico e accompagnamento nella produzione di contenuti audiovisivi. Hanno aderito all’iniziativa: Comune di Aradeo, Comune di Bari, Comune Di Barletta, Comune di Bisceglie, Città di Conversano, Comune di Corato, Città di Fasano, Comune di Gallipoli, Comune di Gioia del Colle, Comune di Lecce, Comune di Monte Sant'Angelo, Comune di Nardò, Comune Di Putignano, Comune di Taranto, Comune di Troia, Comune Di Vico Del Gargano insieme a Fondazione La Notte della Taranta - pagina ufficiale, Fondazione Paolo Grassi, Fondazione "Giuseppe Di Vagno (1889-1921)", Fondazione Presidi del Libro.

«Il senso del progetto SPARC lo affidiamo al video che abbiamo visto e a questa struttura che oggi ci ospita: un Hub della creatività che presidia i temi della cultura e del turismo e della valorizzazione del patrimonio culturale locale. Oggi consegniamo all'universo degli operatori culturali uno strumento di connessione e promozione delle attività. Sono grato a quanti hanno lavorato, sottolineando anche la varietà di un progetto di questo genere. Basta scorrere la varietà di azioni svolte con risultati che sono sotto gli occhi di tutti, per cui siamo tutti molto soddisfatti. Puglia e Grecia hanno individuato una serie di temi su cui lavorare insieme, espressione antichissima dell’identità comune di questi territori. Dà il senso di quello che volevamo: dare sostanza e anima alla cooperazione territoriale. Nella logica della capitalizzazione dei progetti l'Hub che oggi presentiamo rappresenta un risultato da cui partire anche in vista della prossima programmazione. Il progetto SPARC si inserisce nell'insieme di azioni attraverso i quali abbiamo messo insieme i pezzi del sistema regionale fondendo storia, tradizioni, cultura, turismo, progettualità e futuro» ha esordito Aldo Patruno, direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia.

«Il Creative Hub che presentiamo oggi è una delle azioni che abbiamo realizzato in questi anni grazie al progetto “Sparc" che il Teatro Pubblico Pugliese ha portato avanti con entusiasmo insieme a tutti i partner nazionali e internazionali che ne facevano parte. Questo Creative Hub adesso è pronto a diventare un centro di servizi di comunicazione basato su una webtv a disposizione degli operatori pubblici e privati regionali per la diffusione e la promozione delle attività culturali, di spettacolo dal vivo ed artistiche sviluppando e rafforzando le competenze degli stakeholder del settore creativo e culturale pugliese e contaminando il turismo sostenibile con la gestione virtuosa del patrimonio naturale e culturale, per arrivare alla realizzazione di servizi e prodotti innovativi e creativi in ottica intersettoriale. Oggi credo di poter dire che siamo riusciti nel nostro intento»ha spiegatoSante Levante, direttore del Teatro Pubblico Pugliese

 «Sparc è un progetto importante per il Programma Interreg Grecia-Italia, in quanto ha focalizzato la sua attenzione sul settore creativo e culturale rafforzando le competenze degli stakeholder e creando nuove opportunità di networking e collaborazione, nonostante le difficoltà dovute al Covid. L'Europa investe nel territorio pugliese e greco finanziando 58 progetti per circa 123 milioni di euro per migliorare la vita dei cittadini, ridurre le disparità sociali, creare occasioni di crescita e trasferimento di competenze»ha aggiunto Gianfranco Gadaleta, Coordinatore del JS del Programma Interreg V-A Grecia Italia 2014 – 2020.

 «Il progetto SPARC ha dato l'opportunità a entrambi i Paesi, Grecia e Italia, di creare tre hub, uno a Bari, uno a Putignano e uno a Patrasso, per promuovere le Industrie Creative di entrambe le aree. Altro risultato significativo è il nuovo “canale di comunicazione” tra i territori che darà loro la possibilità di promuovere il relativo turismo che ruota attorno ai Carnevali di entrambe le zone» ha commentato
Vasileios Papaioannou
, Comune di Patrasso (Grecia), lead partner SPARC.

 «L'hub creativo che è stato rinnovato attraverso il progetto SPARC ospiterà la storia del Carnevale di Patrasso e sarà un'area di creatività, educazione, connettività, dando l'opportunità ai cittadini di Patrasso e ai visitatori di vivere l'esperienza del Carnevale di Patrasso»ha aggiunto Ira Kouri, presidente Fondazione Carnevale Patrasso, partner associato SPARC.

«La Regione della Grecia occidentale, in riconoscimento dell'importanza dei risultati del progetto SPARC, ha investito e continuerà a investire sulla loro più ampia diffusione e promozione, anche dopo la fine del progetto. I principali risultati del progetto sono un bell'esempio di lavoro interregionale cooperativo e nella Regione non vediamo l'ora di collaborare ulteriormente con i nostri partner SPARC in futuro» ha sottolineato Panagiotis Kostantinopoulos, rappresentante della Regione della Grecia Occidentale.

Il progetto di condivisione delle attività attraverso il canale di comunicazione attivato dal Creative Hub ha già mosso i primi passi in questi mesi anche in Puglia raggiungendo significativi risultati. Tra gli eventi comunicati anche attraverso la piattaforma creata dal progetto Sparc infatti rientrano, il workshop di comunicazione per gli addetti ai lavori delle compagnie pugliesi che si è tenuto online il 26 maggio e dedicato a Teatro e Comunicazione social. Organizzato da Teatro Pubblico Pugliese e Fondazione SAT, con l’obiettivo di accrescere e valorizzare le competenze degli addetti alla comunicazione delle compagnie teatrali, il laboratorio è stato inserito nella vetrina nazionale di teatro ragazzi “Maggio all’Infanzia” di Teatri di Bari; Ghibli - la Masterclass di Musiche del Mediterraneo realizzata dal Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con TEX – Il teatro dell’EX Fadda di San Vito dei Normanni, con due delle voci più importanti della world music italiana e del pop di matrice mediterranea: il libanese di origini palestinesi Nabil Bey (voce dei Radiodervish, collaboratore di Battiato e altri) e il pugliese Fabrizio Piepoli (voce de La Cantiga de la Serena e già collaboratore di Teresa De Sio e altri). I due artisti hanno condotto i partecipanti in un viaggio esplorativo dell'universo della tradizione musicale mediterranea e araba, in relazione con la tradizione del Sud Italia e della Puglia. Nel corso dell’incontro, in particolare, sono stati messi in luce gli aspetti storici, culturali, teorico-musicali attraverso una narrazione fatta principalmente di racconti e aneddoti.

E ancora, l’azione “Video Storytelling: dal teatro, alla narrazione televisiva”, coordinata da Oreste Castagna che ha coinvolto i referenti istituzionali di 10 comuni pugliesi, con un piccolo momento di festa in contemporanea durante cui sono state mostrate le videonarrazioni realizzate nell’ambito dell’iniziativa che ha coinvolto nei mesi scorsi gli stessi comuni interessati dalle attività dei progetti di cooperazione attuati dal TPP: Monte Sant’Angelo, Manfredonia, Margherita di Savoia, Molfetta, Barletta, Bitonto, Locorotondo, Fasano, San Vito dei Normanni e Ardaeo. Nell’ambito dell’iniziativa sono stati condotti laboratori che hanno coinvolto bambini tra i 6 ed i 10 anni, con l’obiettivo di favorire un processo di narrazione registrato in video e audio. Le interviste ai bambini sono state proposte alla Rai, con cui è stata attivata una convenzione per la realizzazione di un apposito programma TV intitolato “Senti cosa ti dico”, in onda su Rai YoYo il 10 giugno scorso. E infine il Final Event del Progetto Tournée ospitato il 10 giugno scorso nella splendida e prestigiosa cornice del Teatro Curci di Barletta. Organizzato dal Comune di Barletta e dal Comune di Fier in collaborazione con l’Autorità di Gestione del Programma Interreg IPA CBC Italy-Albania-Montenegro. Il Final Event, al quale hanno partecipato Autorità dei 4 Paesi coinvolti nel Programma: Albania, Puglia, Molise e Montenegro, oltre che i Partner del Progetto Tournée, ha rappresentato un importante momento di divulgazione dei risultati del Progetto e allo stesso tempo un evento per raccontare gli obiettivi e gli output raggiunti dal Programma Italia-Albania-Montenegro e per presentare la prossima programmazione 2021-2027. L’evento prevedeva due momenti di spettacolo dal vivo, una originale produzione teatrale pugliese dedicata al “racconto” del Programma Italia Albania Montenegro, un concerto lirico del Comune di Fier con l’Orchestra Magna Grecia di Taranto ed una mostra fotografica “Non solo Apolonia” dedicata ai Beni naturali e culturali della Regione di Fier, allestita nel foyer del Teatro Curci.

 «Il Dipartimento Turismo, Economia della cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia esprime la sua viva soddisfazione per i risultati ottenuti con il progetto SPARC in particolare legati allo sviluppo di nuove forme di valorizzazione del territorio e delle tradizioni regionali con il coinvolgimento delle industrie culturali e creative - commentano infine dal dipartimento -. Circa cinquanta imprese e organizzazioni culturali sono state accompagnate, attraverso workshop e azioni mirate di trasferimento di competenze, alla realizzazione di soluzioni innovative per la promozione del territorio pugliese. Fra i risultati più significativi, la realizzazione di nuove modalità di partecipazione e animazione delle fiere internazionali del turismo. Il supporto e lo scambio di competenze per lo sviluppo di una rete dei Carnevali di Puglia e l’avvio della cooperazione tra Carnevali di Putignano e Patrasso. L’attivazione della cooperazione fra industrie del cinema italo greche con l’iniziativa “Puglia meets Greece”. Lo sviluppo di un dialogo fra arte contemporanea e tradizione artigiana della cartapesta di Putignano che ha prodotto una video installazione che porterà questa tradizione in sedi museali regionali e nazionali. La promozione del design pugliese attraverso un prototipo di negozio ibrido: un reale espositore - oggetto di design - associato mediante QRcode alla vendita online. Infine, la sperimentazione dei voucher di supporto alla professionalizzazione delle imprese creative che ha visto erogare oltre quaranta contributi a professionisti individuati dalle stesse imprese per la comunicazione, il marketing, il management e le strategie di sviluppo. In definitiva SPARC costituisce per il Dipartimento un’esperienza importante che ha permesso di individuare nuove opportunità e strumenti di crescita per le politiche e le imprese culturali dei prossimi anni».

 

Mappa degli spettacoli
Iscriviti alla newsletter